martedì 20 ottobre 2009

ESQUILINO-VIA PORTA MAGGIORE......IL TAR CI DA RAGIONE


20 OTTOBRE 2009:
IL TAR NEL 2007 RESPINGE IL RICORSO DI UN PROPRIETARIO CHE IN VIA DI PORTA MAGGIORE AVEVA FRAZIONATO UN LOCALE PER RICAVARNE TRE/QUATTRO. NEL 2006 LO STESSO PROPRIETARIO RICEVEVA UN DETERMINA DIRIGENZIALE DI DEMOLIZIONE DA PARTE DEL I MUNICIPIO DI ROMA CHE NON VENIVA POI ESEGUITA NEI TEMPI PREVISTI. NEL FRATTEMPO NEGLI STESSI LOCALI FRAZIONATI VENIVANO APERTE LE SEGUENTI ATTIVITA': CALL CENTER, ALIMENTARI E PELLETTERIA CON RELATIVO DEPOSITO, TUTTI GESTITI DA ASIATICI. IL PROPRIETARIO NON SI ARRENDE E NEL 2007 RICORRE AL TAR DEL LAZIO CHE RESPINGE IL RICORSO. QUINDI LA SENTENZA EMESSA DOVEVA ESSERE ESEGUITA NEI 30 GIORNI SUCCESSIVI E......... MAGIA DELLE MAGIE ANCORA OGGI QUELLE ATTIVITA' SONO LI' APERTE IN BARBA A TUTTE LE NORME ITALIANE - PERCHE' IL I MUNICIPIO NON HA PROVVEDUTO A CHIUDERLE?????? IL COMITATO CON IL SUO PORTAVOCE ALESSANDRO VALLOCCHIA HA PRESENTATO ALLA LEGIONE CARABINIERI UN ESPOSTO CHE CHIEDE DI INDAGARE SU QUESTA ED ALTRE OSCURE SITUAZIONI E NEL CONTEMPO HA CHIESTO CHE VENISSERO ESEGUITE LE SENTENZE DEL TAR CHE LO STESSO PORTAVOCE VALLOCCHIA HA DEPOSITATO PRESSO I CARABINIERI. ORA IL I MUNICIPIO NELLA PERSONA DEL PRESIDENTE CORSETTI DEVE RENDERE PUBBLICI TUTTI GLI ATTI IN SUO POSSESSO.VOGLIAMO GIUSTIZIA PRESIDENTE CORSETTI
ALEA IACTA EST

ZTL MERCI ESQUILINO

ZTL MERCI ESQUILINO
UNA VERGOGNA CHE DURA PIU' DI UN ANNO

BENVENUTI NEL BLOG DEL COMITATO PIU' FAMOSO DI ROMA

Il Comitato Difesa Esquilino - Monti poi trasformato in Comitato Difesa Roma Caput Mundi Sede Esquilino nasce nel 1998 a seguito dell'apertura di 30 Attività Commerciali Cinesi e Bengalesi avvenute nel solo mese di Settembre 98. Alla luce di ciò centinaia di residenti hanno sentito la necessità di costituire questo importante COMITATO DI DIFESA che ha cercato in questi anni con grande forza e determinazione di riqualificare gli storici Rioni e la città di Roma con l'obiettivo di fermare la continua Invasione del Territorio in modo selvaggio e senza regole. Il Comitato si batte contro la desertificazione commerciale ed artigianale, il degrado e la superficiale attuazione delle Leggi e Delibere e contro la perdita di valori cristiani e cattolici e dell'identità propria di Roma. Grazie a tutti coloro che partecipano e sostengono le iniziative del Comitato.

Lettori fissi